martedì 3 novembre 2015

AMBIENTE: OBAMA CI RIPENSA E BLOCCA LA TRIVELLAZIONE NELL'ARTICO

L’amministrazione Obama ha deciso di revocare le autorizzazioni di trivellazione già concesse di petrolio e gas nel Mare dei Chukchi, al largo dell'Alaska.

Barack Obama
Barack Obama
Antonio Fago commenta positivamente la decisione di Obama. Secondo il presidente degli Stati Uniti  le trivellazioni alla ricerca di petrolio e gas a largo dell’Alaska saranno bloccate “almeno per i prossimi 18 mesi”. "Congelate" dunque tutte le operazioni, e gli Usa fanno sapere che non ne concederanno altre. Decisivo il calo del prezzo del petrolio, che rende le trivellazioni meno remunerative

Dopo il maxi-flop di Royal Dutch Shell, che dopo aver speso 7 miliardi di dollari ha annullato ogni progetto di prospezioni a largo dell’Alaska, l’amministrazione Obama ha deciso di revocare le autorizzazioni concesse. Sally Jewell, il ministro dell’Interno, che negli Usa si occupa di risorse minerarie, ha cancellato altre due licenze e non ne concedera’ ulteriori.

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama aveva già annunciato il 2 agosto scorso in un video un piano "senza precedenti" per contrastare il cambiamento del clima, ovvero  la versione finale del Piano americano per ridurre l'inquinamento da fonti energetiche, anticipando una serie di norme e di regolamenti con lo scopo di limitare le emissioni di anidride carbonica.

La Shell era pronta a investire un altro miliardo nel progetto solo quest'anno - ma doveva fra l'altro ottenere l'autorizzazione del porto di Seattle a tenere la flotta delle proprie navi per le trivellazioni almeno sei mesi l'anno.
 
"La decisione del governo Usa
- continua in un commento Antonio Fago -  riflette in certa misura anche il mercato attuale  del greggio, la scarsa remuneratività delle attività estrattive: con prezzi bassi, i costi da affrontare sarebbero troppo alti". 

Ma dietro allo stop ci sarebbe, almeno secondo quanto sostenuto dal Bureau of Safety and Environmental Enforcement, anche il fatto che la Shell non ha rispettato tutte le condizioni, come fornire un calendario di lavori e interventi.
 

Nessun commento:

Posta un commento